Conto Termico. Procedure di accesso agli incentivi.


E' possibile presentare richiesta di accesso agli incentivi del conto termico dal 15 luglio 2013.
Sul sito internet del GSE è possibile consultare il documento Regole applicative  del Conto Termico indicate dal D.M. 28 dicembre 2012 nel quale sono indicate le modalità e lo procedure da seguire per poter usufruire degli incentivi.

Il documento contiene:
- Procedura per accesso diretto agli incentivi;
- Procedura per la prenotazione degli incentivi riservata alle PA;
- Regolamento per le procedure di iscrizione ai registri;
- Criteri di ammissibilità e calcolo degli incentivi in base alla tipologia di intervento;
- Allegati, tabelle e schemi applicativi.

La richiesta va presentata entro 60 gg dalla data di fine lavori. Se l'intervento è stato realizzato tra il 3 gennaio e il 15 luglio 2013 i 60 gg decorrono a partire dal 15 luglio.
Le richieste per accedere agli incentivi del conto termico vanno presentate esclusivamente per via telematica accedendo all'apposito portale presente nell'area clienti del sito del GSE.
Hanno accesso alle agevolazioni gli interventi che rientrano in una delle seguenti categorie:

1. Interventi di incremento dell'efficienza energetica in edifici esistenti come isolamento termico. sostituzione infissi, sostituzione impianti di climatizzazione invernale con nuovi impianti a condensazione, installazione sistemi di ombreggiatura e/o schermatura per le PA.

2. Interventi di piccole dimensioni di produzione di energia termica da fonti rinnovabili e di sistemi ad alta efficienza come installazione di impianti di climatizzazione con pompe di calore a geotermiche, gas o elettriche; sostituzione impianti di riscaldamento di serre o fabbricati rurali con generatori di calore a biomassa; installazione di collettori solari termici; sostituzione di scaldacqua elettrici con nuovi a pompa di calore per i privati.

In sintesi, nel caso dei privati, il conto termico potrà essere principalmente utilizzato per interventi quali la sostituzione della caldaia normale con una caldaia a pompa di calore; per l'installazione di collettori solari termici e per la sostituzione del vecchio boiler con un nuovo scaldacqua a pompa di calore.

Il vantaggio del conto termico rispetto alle detrazioni fiscali del 65% è la possibilità di riscuotere immediatamente il denaro per l'intervento di ottimizzazione dei consumi e non vederlo spalmare in 10 anni.
Il GSE entro 60 giorni dall'invio della domanda, renderà disponibile una scheda contratto con indicato il il valore del contributo che potrà ammontare fino al 40% delle spese sostenute e ritenute ammissibile dal GSE per l'intervento.

I fondi (700 milioni di euro per interventi effettuati da privati) saranno disponibili fino ad esaurimento, quindi la possibilità di poter usufruire degli incentivi è condizionata dalla disponibilità delle risorse stanziate.